Legami per crescere

Date

Una risposta alle povertà educative

La pandemia ha innescato un aumento di richiesta di aiuto per un sostegno psicologico da parte di coppie, famiglie, genitori ed individui, soprattutto in quei contesti in cui le dinamiche relazionali erano già appesantite.
È possibile che il COVID-19 abbia acutizzato il disagio di quei minori che vivono in famiglie che presentano delle fragilità.
“Legami per Crescere” vuole essere una prima risposta a queste povertà educative, attraverso la promozione di forme di sostegno alla genitorialità, affido leggero, diurno e di appoggio intesi come interventi precoci di prevenzione del disagio, fondato sul consenso e sull’alleanza educativa tra persone (quelle che necessitano di un aiuto e quelle che sono disponibili a dare questo aiuto), in un’ottica di prossimità e di solidarietà comunitaria.

“Legami per Crescere” mette in contatto bambini che ne hanno bisogno e adulti disponibili. Il centro Comunitario Agape e l’assessorato alle politiche sociali del Comune credono che le persone possano allearsi: quelle che necessitano di un aiuto e quelle che possono darlo, specialmente se abitano vicino e se appartengono alla medesima comunità.
Il progetto, che si avvarrà di professionisti del Centro Comunitario Agape che hanno dato la loro diponibilità a svolgere gratuitamente il servizio, coinvolge le famiglie, i singoli, i giovani e le associazioni e tutti coloro che hanno voglia di farsi coinvolgere in un’esperienza di sostegno ai minori che vivono una povertà educativa vita e che si può organizzare in sintonia con le proprie risorse e disponibilità.

Previsti anche progetti su mandato dell’Autorità Giudiziaria e un percorso di auto-aiuto per le famiglie che hanno già minori in affido.

More
articles

Cerca